Parte il concorso fotografico dedicato al
colle e alla necropoli punico-romana
di Tuvixeddu-Tuvumannu

 
Logo Tuvixeddu


Concorso di fotografia naturalistico - ambientale
"Uno scatto per Tuvixeddu"
 
 
Cinquanta ettari di superficie, quasi duemila sepolcri, i più antichi risalenti al sesto secolo a.C. Questi numeri fanno dell’area archeologica sul colle di Tuvixeddu, nel pieno centro di Cagliari, la più grande necropoli di epoca punico-romana del Mediterraneo.
 
Legambiente dal 1991 cerca di spingere gli Enti Locali ad attuare un progetto di tutela e valorizzazione di questo bene che preveda la realizzazione di un parco archeologico - paesaggistico e renda finalmente fruibile a tutta la cittadinanza e non solo una risorsa tanto importante.
E’ stata condotta una costante campagna di sensibilizzazione perché la comunità non accettasse come fatto compiuto l’esecuzione di migliaia di metri cubi di nuove edificazioni e per cercare di realizzare il sogno di vedere un parco archeologico aperto e protetto da qualsiasi minaccia.
Legambiente, come associazione di cittadini che opera per la tutela e la valorizzazione della natura e dell’ambiente, sente particolarmente questo problema.
 
Prendere coscienza di questi sostanziali principi è oggi così importante da far ritenere indispensabile manifestare in tutti i modi possibili l’opportunità di cambiamento di rotta. In questo contesto si inserisce l’idea di dare la possibilità a tutte le persone sensibili di manifestare il loro punto di vista, attraverso lo strumento fotografico, con immagini che evidenzino gli aspetti culturali, paesaggistici ed archeologici di un sito tanto ricco di spunti.
 
 
Per maggiori informazioni e approfondimenti sulla necropoli da oggi è possibile visionare le pubblicazioni di Legambiente sul
 
sito della Regione Sardegna
 

 
 
 
 
Banner Tuvix
 

Principali vie d

Il colle di Tuvixeddu non è una zona facilmente accessibile.

Ecco una piccola lista di luoghi dai quali è possibile apprezzare l’area archeologica:



PUNTI PANORAMICI DALL’ESTERNO DI TUVIXEDDU

 


1.    Sa Iletta (s.s. 195, strada per Pula);
2.    Zona città mercato di S. Gilla;
3.    Castello di S. Michele (offre una vista su Tuvumannu);
4.    Via Peschiera – via Marengo (zona retrostante la facoltà di ingegneria)

 

PUNTI PANORAMICI DALL’INTRNO DI TUVIXEDDU


1.    Via is Maglias, angolo via Castelli
2.    Sommità di tuvixeddu raggiungibile sul prolungamento di via Binsitza
3.    Via Vittorio Veneto (in corrispondenza del tornante – vista su Tuvixwddu e villino Massa)
4.    Via Falzarego(tratto terminale – dai terrazzi degli immobili circostanti)
5.    Palazzo della Regione (ultimo piano terrazzo)
6.    Retro liceo Siotto
7.    Cantiere Cocco, via S. Avendrace n.53
8.    Vico I S. Avendrace
9.    Vico II S. Avendrace
10.    Vico IV S. Avendrace

11.    Istituto Tecnico Alberghiero di via Codroipo